Come si fa il caffè shakerato: la ricetta per prepararlo in casa e i consigli degli esperti

Come si fa il caffè shakerato: la ricetta per prepararlo in casa e i consigli degli esperti

Con l’estate, si sa, cresce la voglia di drink freschi e tonificanti, in grado di alleviare l’afa estiva e di fornire il giusto apporto di energia per affrontare le giornate. Cosa c’è di meglio, allora, di un gustoso caffè shakerato, bevanda dolce e vellutata capace di unire il vigore del caffè alla freschezza del ghiaccio, il tutto arricchito da una soffice schiuma? Se siete dei puristi del caffè e non potreste mai rinunciare al classico espresso mattutino, potete sempre provare questa variante estiva a metà mattinata, nel pomeriggio oppure la sera, perché no. Qualsiasi sia l’occasione di consumo, sappiate che la bevanda può esseretranquillamente preparata anche a casa, perché è molto semplice da realizzare. Vediamo allora come si fa il caffè shakerato e quali possono essere le sue varianti!

Che cos’è e come si fa il caffè shakerato

Come si fa il caffè shakerato: la ricetta per prepararlo in casa e i consigli degli esperti

Il caffè shakerato è un grande classico delle bevande estive a base di caffè. Ma come si fa e quali sono i suoi ingredienti? Questa piacevole variante del classico espresso si basa sul mix di tre componenti: caffèghiaccio e zucchero. In questo caso lo zucchero non viene aggiunto alla fine, ma durante la preparazione, in quanto si tratta di un elemento fondamentale per realizzare la schiuma tipica di questo drink: una delle peculiari caratteristiche del caffè shakerato, infatti, è proprio la presenza di una soffice schiuma color nocciola che si forma dopo aver shakerato tutti gli ingredienti. Come vedremo, oltre alla versione classica esistono alcune varianti: in chiave golosa, con l’aggiunta di note dolci come vaniglia o nocciola, e in chiave alcolica, con l’aggiunta di liquore.

 4 consigli per una caffè shakerato perfetto

Come anticipato, la ricetta è molto semplice e facilmente replicabile a casa. Se non avete a disposizione lo shaker, l’attrezzatura più adeguata per questa preparazione, potete usare anche strumenti alternativi, come un barattolo di vetro o un frullatore: il risultato sarà comunque garantito! Prima di proseguire con la ricetta, ecco 4 consigli per preparare un caffè shakerato perfetto:

  1. abbiate cura di raffreddare il bicchiere in cui servirete la bevanda e lo shaker prima della preparazione, mettendoli in freezer qualche minuto prima di realizzare il drink: ciò vi permetterà di formare una schiuma più consistente;
  2. l’ideale è usare dello zucchero liquido, poiché si scioglie più rapidamente in una preparazione fredda come questa; se invece impiegate dello zucchero semolato, suggeriamo di essere più veloci ed energici nello scuotere lo shaker;
  3. Lo sapevate che un caffè shakerato a regola d’arte andrebbe servito all’interno di una Coppa Martini? In alternativa, se non l’avete a disposizione, andrà benissimo un bicchiere modello Flute;
  4. la bevanda, inoltre, andrebbe consumata immediatamente dopo la preparazione, per godere al massimo del suo aroma e della sua particolare consistenza.

Come si fa il caffè shakerato: la ricetta

Come si fa il caffè shakerato: la ricetta per prepararlo in casa e i consigli degli esperti

Veniamo ora alla ricetta del caffè shakerato e scopriamo come prepararlo sia con lo shaker che senza questo strumento. Gli ingredienti, naturalmente, rimangono gli stessi per entrambe le modalità di preparazione.

Ingredienti per 1 persona:

  • 1 tazzina di caffè Vergnano
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna liquido oppure semolato
  • 4 cubetti di ghiaccio

 Preparare il caffè shakerato con lo shaker

Vediamo come si fa il caffè shakerato e quali sono i passaggi per realizzarlo con lo shaker:

  • Mettete il bicchiere e lo shaker in freezer per qualche minuto, in modo che si raffreddino prima di iniziare la preparazione.
  • Successivamente, inserite nello shaker ben raffreddato i cubetti di ghiaccio e aggiungete lo zucchero.
  • Per ultimo, versate nello shaker il caffè appena preparato.
  • A questo punto non vi resta che chiudere lo shaker e agitarlo vigorosamente per circa 20 secondi.
  • Terminato questo passaggio, aprite lo shaker e versate il contenuto all’interno del bicchiere aiutandovi con lo strainer, accessorio simile a un colino utile a trattenere il ghiaccio. Non disponete di questo strumento? Nessun problema, potete bloccare il ghiaccio con un semplice cucchiaino.

Preparare il caffè shakerato senza shaker

Non tutti a casa possiedono uno shaker da barista: questo, però, non impedisce la realizzazione di un ottimo caffè shakerato. In alternativa, ad esempio, potrete optare per un barattolo di vetro. I passaggi saranno identici a quelli illustrati precedentemente: basterà unire tutti gli ingredienti all’interno del barattolo, seguendo lo stesso ordine descritto sopra, chiudere il tappo a vite, scuotere energicamente il contenitore per una ventina di secondi e versare il drink nel bicchiere trattenendo il ghiaccio con un cucchiaio. Procedimento semplice anche quello che prevede l’utilizzo di un frullatore: inseriti gli ingredienti nell’apposito recipiente e azionato il frullatore per la tempistica sopra indicata, in un attimo la bevanda sarà pronta per essere versata e gustata!

Il caffè shakerato: la versione alcolica

La ricetta base del caffè shakerato può essere arricchita con altri sapori e ingredienti. La bevanda, ad esempio, si sposa perfettamente con liquori come sambucacrema di whisky e amaretto. Ma come si prepara il caffè shakerato con alcool? Per assaporare questo mix particolare, vi consigliamo semplicemente di aggiungere il liquore scelto all’interno dello shaker prima di versare il caffè.

Gli alcolici, naturalmente, non sono l’unico abbinamento possibile. Se volete regalare un tocco in più alla vostra preparazione, potete decorarla con cacao in polverechicchi di caffè scaglie di cioccolato. Chi apprezza particolarmente le note dolci potrebbe inoltre gradire la combinazione con polvere dicannellasciroppo di vaniglia o sciroppo di nocciola, ad esempio.

Che cosa ne pensate di questi accostamenti? Avete mai provato il caffè shakerato in una di queste varianti?

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *