martedì 3 maggio 2016
RICETTE

Cosa? Tronchetto al caffè?! Tranquilli, è il No Diet Day

C’è una data da segnare in rosso sul calendario: è il 6 maggio alias il No Diet Day, una giornata per riflettere su diete e dintorni, ma anche per mettere a riposo la bilancia, concedendosi un dolcissimo peccato di gola.

 

Tronchetto al caffè

Tronchetto al caffè

Per motivi estetici e/o di salute, trascorriamo la maggior parte dell’anno a seguire regimi alimentari che stabiliscono rigidamente cosa può finire nel nostro piatto e in che quantità. Spesso non allentiamo le briglie neppure quando andiamo a mangiare fuori, individuando sul menù le portate più “sane” ed evitando quasi di leggere l’elenco di quelle più peccaminose. Come a dire: lontano dagli occhi, lontano dal cuore…e dalla bilancia!

 

In effetti, siamo quello che mangiamo ed è fondamentale fermarsi a riflettere sul nostro rapporto col cibo, sulle ragioni che conducono al successo o – più spesso – al fallimento di tante diete pur scrupolosamente seguite, sulla percezione che abbiamo della nostra silhouette, sui disturbi alimentari, sui condizionamenti esterni, dai modelli irraggiungibili proposti dalla pubblicità alle discriminazioni verso chi ha un fisico lontano dagli standard. Proprio per fare il punto della questione su questi e altri argomenti è nata l’idea di nominare il 6 maggio International No Diet Day, una sorta di giorno libero dalle diete che unisce il serio al faceto, anzi, al goloso. Il proposito è quello di ignorare per ventiquattr’ore tutti i dogmi e i preconcetti che condizionano la nostra vita a tavola e concederci un goloso strappo alla regola, imparando anche ad accettare i nostri difetti.

 

Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare il No Diet Day con il tronchetto glassato al caffè, un tripudio di dolcezza al profumo di espresso, una delizia che farebbe vacillare i buoni propositi dietetici di chiunque, ma tanto è solo per il 6 maggio, no?

 

Ecco la ricetta con una raccomandazione: vietato pesarsi e contare le calorie! Gli ingredienti sono:

 

per il pan di Spagna: 4 uova; 150 g di zucchero; 100 g di farina;

per la farcitura: 300 ml di latte; 3 tuorli d’uovo; 100 g di zucchero; 40 g di farina; una tazzina di caffè ristretto;

per la glassa: due tazze di caffè ristretto; zucchero a velo q.b.

 

Si prepara il pan di Spagna unendo gli albumi montati a neve ferma al composto spumoso formato da tuorli, zucchero e farina, lo si versa in una leccarda foderata di carta da forno livellandolo con attenzione e s’inforna per poco più di 10 minuti a 180-200°C o fino a doratura. Si prepara la farcitura, procedendo come per una normale crema pasticcera, ma unendo il caffè al latte. Si realizza anche la glassa, mescolando il caffè ristretto con lo zucchero a velo fino ad ottenere la giusta consistenza per la copertura. Non resta che farcire il dolce con la crema, arrotolarlo, cospargerlo di glassa e posizionarlo il frigo per un paio d’ore. Trascorso questo tempo, è pronto per essere tagliato a fettine (anche non tanto “ine”) e gustato con un buon espresso. Buon No Diet Day a tutti!