Guida per la manutenzione quotidiana della macchina del caffè del bar

Guida per la manutenzione quotidiana della macchina del caffè del bar

Il profumo perfetto, la cremosità giusta, la temperatura corretta e una densità non troppo intensa, ma neanche acquosa: perché un caffè espresso al bar sia davvero buono, occorre che tutti questi  aspetti siano ottimali. 

Perché sia mantenuto uno standard di qualità elevato, occorre prestare particolare attenzione alla manutenzione quotidiana della macchina del caffè, in modo che ogni componente funzioni al meglio, per preparare  espressi deliziosi e profumati. 

La macchina dell’espresso da bar, infatti, deve essere pulita quotidianamente e conservata nelle migliori condizioni: vediamo insieme quali sono i passi da compiere per far sì che ciò avvenga.

L’importanza della pulizia della macchina del caffè

L’aspetto più importante per una corretta manutenzione è la pulizia della macchina, che deve avvenire ogni giorno in modo accurato e regolare

Questo è importante sia per una questione di igiene – quindi per eliminare i residui e la sporcizia che si accumulano – sia  per garantire un funzionamento meccanico ottimale, possibile solo se la macchina è pulita. 

Il caffè, infatti, rilascia oli e grassi che si depositano sulla superficie della macchina: nel tempo, questi residui diventano rancidi e si bruciano a causa delle alte temperature che la macchina raggiunge. Se ciò accade, il gusto del caffè risulta danneggiato, e presenta un sapore sgradevole di cui il cliente può  facilmente accorgersi, e la macchina stessa – col passare del tempo – si rovina. 

Approfondiamo ora insieme la procedura di manutenzione, per capire come pulire al meglio la macchina del caffè del bar.

Pulizia e manutenzione quotidiana: ecco tutti i passaggi da compiere

Guida per la manutenzione quotidiana della macchina del caffè del bar

Vediamo quali sono i passaggi corretti da compiere per effettuare una pulizia quotidiana ottimale:

  • per prima cosa, occorre smontare i filtri, le doccette e i diffusori della macchina;
  • consigliamo di immergere questi componenti in una bacinella di acqua calda contenente un detergente specifico. Il tutto va lasciato in acqua per 20 minuti, in modo che il detergente agisca e sciolga la sporcizia accumulata;
  • in questo passaggio, è importante che i manici dei portafiltri rimangano fuori dall’acqua, in modo che non si deteriorino bagnandosi;
  • trascorsi 20 minuti, tutto il materiale può essere rimosso dalla bacinella e ripassato sotto un getto di acqua calda per eliminare eventuali  tracce di detergente;
  • a questo punto, siamo quasi giunti alla fine del procedimento di pulizia dei filtri e dei componenti a essi collegati: tutti i pezzi vanno asciugati con un panno, facendo attenzione a non lasciare zone umide, e possono essere rimontati;
  • si passa poi alla pulizia della lancia a vapore da cui esce il latte: questo strumento è fondamentale per garantire la presenza  della deliziosa schiuma che arricchisce i migliori espressi macchiati. Occorre immergere l’estremità della lancia in acqua e detergente: a questo punto bisogna azionare la lancia una decina di volte, in modo che a ogni getto una parte di soluzione venga aspirata e pulisca  l’interno della cannula. Il lavaggio di questo erogatore è fondamentale per rimuovere i residui di latte, i batteri e i microrganismi che possono proliferare; 
  • l’ultimo passo  che completa la manutenzione quotidiana è la pulizia delle griglie e dei poggiatazze, che si può effettuare con un panno umido.

Pulire la macchina dopo ogni utilizzo: un procedimento rapido e fondamentale

Guida per la manutenzione quotidiana della macchina del caffè del bar

Oltre alla manutenzione quotidiana, consigliamo di pulire – in modo rapido e accurato – la macchina dopo ogni utilizzo. Come fare?

Tra un caffè e l’altro, prendetevi un attimo per eliminare tutti i residui di caffè dal filtro, utilizzando un panno o – ancora meglio – un apposito pennellino, che può raggiungere in modo accurato gli interstizi della macchina. 

Inoltre, prima di preparare il caffè successivo, è bene far uscire una piccola quantità di acqua dalle doccette, in modo che si depurino e non rimangano residui.

Anche se il tempo di attesa al bancone aumenta leggermente, fidatevi: i vostri clienti berranno un caffè migliore!

Infine, non dimenticate che un caffè perfetto deve essere  servito nella tazzina perfetta, in modo che tutto possa concorrere a regalare una coffee experience davvero indimenticabile. 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *