Teina e caffeina: nessuna differenza, sono la stessa sostanza

Sapevi che teina e caffeina sono la stessa sostanza? In molti le considerano diverse ma in realtà la loro composizione chimica è identica. Si tratta di una scoperta abbastanza recente (fine 800) ed è avvenuta quando sono stati messi a confronto i principi attivi presenti nelle foglie di the e nei chicchi di caffè, che nel frattempo erano stati chiamati con due nomi differenti (teina e caffeina).

Ci sono però alcune differenze

La sostanza è un alcaloide naturale contenuto nei semi, nelle foglie e nei frutti delle piante. Ma se la formula chimica è identica, a cambiare sono la concentrazione e la quantità del principio attivo e di conseguenza gli effetti sull’organismo.

Una tazzina di caffè espresso può contenere fino a 80 mg di caffeina, mentre una tazza di tè circa 30-40 mg di caffeina (considerando 2-3 minuti di infusione).

I polifenoli presenti in grandi quantità nel tè rallentano il ritmo di assorbimento della teina/caffeina, quindi il suo effetto è più lento ma più prolungato nel tè rispetto al caffè.

A causa della diversa velocità di assorbimento, la teina stimola il sistema nervoso ma senza “agitarlo” e avere effetti sull’attività cardiovascolare e sulla circolazione sanguigna, come avviene nel caso della caffeina.

I polifenoli, inoltre, essendo antiossidanti naturali composti da flavonoidi e tannini, contribuiscono a ridurre l’invecchiamento cellulare e a prevenire l’insorgere di patologie cardiovascolari e ictus.

Diversi metodi di estrazione

A differenziare teina e caffeina è anche il diverso metodo di estrazione con cui si ottengono le due bevande: il the, ottenuto per infusione, contiene meno caffeina del caffè estratto per percolazione. Per questo motivo il caffè della moka contiene più caffeina dell’espresso che si beve al bar.

Una tazzina da 35 ml di caffè espresso contiene in media fino a 85 mg di caffeina, mentre una tazza da 150 ml di the contiene circa 40-50 mg, considerando che la concentrazione di principio attivo può variare anche a seconda delle diverse qualità di caffè e the.

Altri fattori come la tostatura del caffè o la lavorazione del the possono influire sulla quantità di teina/caffeina in tazza, così come l’età delle foglie, l’altitudine a cui sono state coltivate le piante, ed infine la temperatura ed il tempo di infusione.

Condividi l'articolo