lunedì 20 marzo 2017
LIFESTYLE

Il caffè contiene zucchero? La risposta è sì

Ne beviamo più di una tazzina al giorno, al risveglio o dopo i pasti, per una pausa piacevole o in compagnia, ma vi siete mai chiesti se il caffè contiene zucchero? La risposta vi sorprenderà!

Il caffè contiene zucchero

Il caffè contiene zucchero

Non possiamo fare a meno del caffè, del suo profumo la mattina, di quella sferzata di energia che ci sostiene durante la giornata, di quel piacere avvolgente che amiamo condividere con gli amici. Ma sappiamo davvero tutto sulla bevanda che è tra le più consumate al mondo? Sicuramente è noto a tutti che il caffè è il seme di un frutto che nasce dall’arbusto appartenente al genere Coffea, di cui esistono cento specie, ma quelle più utilizzate sono l’Arabica e la Robusta. Abituati a considerarlo un aiuto per ritrovare energie e concentrazione, molti si chiedono: ma il caffè contiene zucchero? La risposta definitiva è sì, ma la questione merita un approfondimento. Ecco 3 aspetti del caffè che non tutti conoscono:

 

-L’Arabica è la specie più aromatica e meno amara (infatti contiene l’8% di zucchero), la Robusta ha una percentuale di zucchero del 5%
-La Robusta possiede una percentuale di caffeina più alta dell’Arabica e risulta più corposa
-Il caffè, oltre a contenere zucchero, è ricco di polifenoli antiossidanti, di minerali essenziali come ferro, calcio, magnesio, potassio e fosforo.

 

Naturalmente la presenza di zucchero è talmente ridotta che il caffè è da considerarsi a tutti gli effetti una bevanda ipocalorica, dato che una tazzina media ha solo 2,4 calorie! Recenti studi dimostrano che l’insieme dei nutrienti presenti nel caffè, compreso lo zucchero, contribuiscono al benessere dell’organismo. Ecco dunque 5 buoni motivi per bere da una a tre tazzine di caffè al giorno:

 

-Il consumo di caffè stabilizza il livello di glucosio nel sangue, riducendo il desiderio di assumere zuccheri
-La caffeina mantiene giovane il cervello e i muscoli
-Una tazzina di caffè prima di qualunque attività fisica regala un’esplosione di energia
-Alcuni studi americani definiscono il caffè un antidepressivo naturale
-Gli studiosi confermano che consumare fino a tre tazzine di caffè al giorno produce effetti benefici sul cuore.

 

Pochi forse conoscono un particolare che conferma che il caffè contiene zucchero: il cambiamento del colore del chicco da verde a bruno-olivastro durante la tostatura è dovuto proprio alla caramellizzazione degli zuccheri. È in questa delicata fase che la percentuale di zuccheri passa dal 10% al 2% e sulla superficie del chicco compare un olio di colore bruno, che determina il caratteristico retrogusto di cioccolato e una leggera perdita di caffeina. Gli esperti consigliano di godersi il caffè senza l’aggiunta di zucchero: quindi la miscela Arabica, già gradevolmente dolce al naturale, viene incontro a chi sta attento alla linea o deve limitare l’assunzione dello zucchero. Per tutti quelli che invece prediligono un gusto più forte e amaro, la Robusta, meno dolce, ha un sentore più compatto e nell’espresso la sua crema risulta più spessa.