Comfort me with coffee

Comfort me with coffee

È iniziato l’anno da una settimana (quasi) – ancora non posso credere che domani mattina ricomincerà la scuola.

 

Dopo quindici giorni di vacanza i bambini sembrano aver preso una forma diversa, più rilassata e meno desiderosa di apprendere nuove nozioni. Terminare i compiti è stata una mezza impresa – ma ce l’abbiamo fatta. Disfatto l’albero e riposte le calze della befana (opera di quel bravo ragazzo che ho avuto l’astuzia di sposare!) ho passato il pomeriggio a scrivere un po’ di articoli che dovevo consegnare – un po’ di riflesso il riassunto di Pinocchio, che Edoardo tenta di terminare più o meno da due ore… Così, il mio pensiero va a domani mattina – al mio caffè delle 7:30, quello con il quale inizierò non solo la mia giornata, ma anche quest’anno glorioso che sarà l’anno del cavallo (ok, ma per quello dobbiamo aspettare fine mese).Il mio primo caffè della giornata ha sempre un grande potere confortante che non so spiegare – mi rimanda al titolo di uno dei libri più belli che io abbia mai letto – “Comfort me with Apples” scritto dalla meravigliosa penna di Ruth Reichl [giornalista americana e critica gastronomica, oltre che direttore di Gourmet Magazine per moltissimi anni e contributors del New York Times]. È il momento più bello della mia mattina, paragonabile forse sono all’istante in cui apro la porta del mio studio e mi siedo alla scrivania, trovando tutte le cose che ho lasciato la sera prima al loro posto. Il caffè della mattina è quello che amo di più e mi piace prenderlo in cucina, ancora in vestaglia prima di vestirmi – seduta e davanti alla colazione, che per me è: caffè con un goccio di latte, frutta fresca, yogurt interno senza zucchero, una (a volte due) fette di pane di segale fatto in casa con confettura di lamponi. Sono una inguaribile abitudinaria – quindi dal lunedì al venerdì la mia colazione è più o meno sempre la stessa…  Domani mattina però è una mattina speciale, probabilmente mi servirà una seconda dose di caffeina per affrontare l’impresa (più mentale che fisica) di far partire l’anno – come farete colazione? E quale sarà il vostro primo caffè? A casa o fuori casa? Anche se per alcuni sono fuori tempo massimo, vi mando i miei auguri per un sereno 2014 – energico come una tazza di caffè espresso ben fatto. Capace di dare energia positiva al corpo e alla mente. Io ne avrò bisogno, davvero…

Condividi l'articolo

1$s commenti su “Comfort me with coffee”

  • Claudia Landonisays:

    per me la colazione è sempre rigorosamente in casa: caffelatte e tre fette biscottate integrali dal lunedì al venerdì. Di sabato e domenica a volte aggiungo l’uovo alla coque oppure la marmellata fatta da me, ma per un po’ dovrò stare nei ranghi, visto che durante le vacanze nel caffelatte abbiamo mangiato il panettone aperto a capodanno, mentre l’avanzo di quello di Natale è conservato per la mattina di San Biagio 🙂 Buon anno a te. Ho appena finito di leggere Tea Time e domani porterò a mia cognata la copia che ho comperato da regalare a lei 🙂

  • buon caffè allora!!! ma soprattutto buon anno! ti aspetto per i tuoi preziosi consigli dalla cucina al galateo! ciao monica

  • Ma sai che poco fa’ pensavo proprio la stessa cosa? Che domani mattina si riparte, dopo questa lunga vacanza, e di sicuro avrò bisogno anch’io di un doppio caffè. Anche per me la giornata inizia sempre con un caffè, in cucina, in vestaglia, prima ancora di lavarmi e vestirmi, da sola. Mi serve per svegliarmi con calma e serenamente. Dopo viene tutto il resto. Ma finché non bevo il caffè non mi sembra d’essere sveglia. Tanti auguri per un sereno 2014.

    • luci benedettisays:

      Scusa ho sbagliato a inviare , volevo farti i miei migliori auguri di un buon 2014, complimenti per le tue trasmissioni mi piaciono tutte nn vedo l ora di vedere quelle nuove di puntate. Ciao e grazie

  • Maria graziasays:

    Grazie csaba per gli auguri che contraccambio.
    Oramai da anni il caffe’ non fa piu’ parte della mia vita a causa di un’intolleranza alimentare ma riesco lo stesso a svegliarmi tutte le mattine grazie alla mia bimba piu’ piccola che gia’ alle 6 mi cerca, come prima cosa facciamo colazione insieme aspettando che anche gli altri si alzino e sulla tavola c’e’ di tutto, dai biscotti con burro e marmellata ad una ciambella o muffins fatti in casa, sono presenti anche cereali e latte fatti al volo o i pancakes (ma io sono l’unica che li mangia ) , mi piace molto variare in cucina altrimenti mi annoio e sono sempre alla ricerca di ricette nuove da sperimentare.
    Un salutone mg

  • Luisa Dossenisays:

    condivido pienamente nell’ affermare che il primo caffe’ del mattino e la colazione e’ fondamentale per dare una sferzata di energia alla giornata per poter affrontare le “fatiche quotidiane” anche io colasione con the o caffe’ e biscotte o fette biscottate con miele e poi via ognuno per i propri impegni quotidiani

  • Buona giornata, la mia colazione inizia con un bicchier d acqua seguito da una tazza di latte e caffe, tre fette biscotta con marmellata e poi dopo un paio d ore un caffe espresso per svegliarmi completamente….Vitti

  • il primo caffe’ e’ dentro il cappuccio ,cappuccio,io lo chiamo cosi’ so de milan.
    Ma ancora prima e’ dentro di me ,a volte dormo semivestito cosi’ al
    mattino metto solo i pantaloni (ma un giorno li dimentichero’ son sicuro)
    e scendo al bar.I cinesi son servili,bene,sanno che lo voglio bollente e d’estate ridono come iene ;o)

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *