#iostoconibar – Il delivery: una risposta concreta al desiderio di normalità

#iostoconibar – Il delivery: una risposta concreta al desiderio di normalità

Come spesso accade nei periodi di grande difficoltà, queste settimane di (improvvisa) chiusura forzata hanno portato molte attività ad ingegnarsi e a pensare a un nuovo modo di fare ristorazione, nel pieno rispetto delle regole nazionali. In tale contesto, fin da subito, il delivery è stato cavalcato da molti ristoratori ed esercenti che, forti anche dell’esperienza cinese, hanno visto in questo strumento il modo concreto per cercare di far fronte alle difficoltà economiche ma anche e soprattutto una via per non interrompere la relazione con il cliente e per portare un messaggio di fiducia e positività

La volontà di essere presenti e garantire alle persone, in un momento di incertezza e grande destabilizzazione, un rito come quello del caffè nella loro nuova quotidianità ha costituito un modo diverso per continuare ad accoglierle, anche fuori dalle tradizionali mura del bar. 

La consegna a domicilio

La consegna a domicilio è una soluzione dalle grandi potenzialità, che può essere veramente efficace e profittevole se organizzata in modo consapevole e strutturato, non lasciando nulla al caso o all’improvvisazione. 

Sapere quali strumenti, conoscenze e competenze occorrono (e trasferirle al proprio staff, in modo che sia preparato a svolgere il nuovo ruolo nel modo corretto), è la base per costruire un delivery di successo. 

Certamente il servizio non è una grande novità, ma va necessariamente ripensato ed attuato in ottica “contactless”, al fine di evitare qualsiasi genere di vicinanza: dalla diversificazione tra locale in cui viene preparato il cibo e quello predisposto al ritiro da parte del fattorino, all’adozione di dispositivi di protezione individuale come guanti e mascherine; dal mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 mt, alla sanificazione degli ambienti e dei contenitori di trasporto e all’utilizzo di stoviglie (bicchieri, cucchiaini, vassoi, palette, sacchetti per cibo, buste) monouso. Particolare attenzione va prestata alle modalità di pagamento, per cui è stato attivato, ad esempio, un servizio di Satispay dedicato al business – CONSEGNA&RITIRO – (maggiori info qui https://www.satispay.com/it-it/consegna-e-ritiro/) che si impegna anche di dare visibilità alle attività che vi aderiscono. Con il pagamento online e la consegna alla porta, non ci sarà alcun contatto tra cliente e fattorino, in piena sicurezza per entrambi.

#iostoconibar – Il delivery: una risposta concreta al desiderio di normalità

La qualità prima di tutto

Al fine di costruire un rapporto di fiducia anche a distanza e di portarlo avanti nel tempo, alla salvaguardia della sicurezza deve accompagnarsi una grandissima attenzione alla qualità. I prodotti proposti innanzitutto: l’offerta va pensata in modo che sia coerente con la vostra attività (i clienti abituali hanno nei vostri confronti delle aspettative e quelli nuovi non dovranno essere delusi nel momento in cui verranno a trovarvi nel locale), privilegiando poche referenze ma buone e avendo cura di proporle nel modo corretto (il caffè va servito caldo!). Per il raggiungimento di tale fine sono fondamentali l’organizzazione di un menu che tenga conto delle modalità di trasporto, la definizione dell’area presidiata e lo studio del percorso da compiere per le consegne. 

Qualità è anche garantire un servizio eccellente, perciò curate al meglio le comunicazioni al cliente in modo che siano precise (menu, prezzi, orari di servizio e quelli per la presa degli ordini), puntuali e veloci, cercando di rispondere ad ogni cliente e di confermare ogni ordine nel momento in cui arriva.

Mai come in questo caso va presidiato il mondo digital: dai pagamenti on line di cui abbiamo detto, ai canali social per comunicare l’iniziativa, le procedure e mantenere vive le relazioni, fino a whatsapp per la presa ordini e la gestione degli stessi. Se sarete particolarmente abili, il coinvolgimento del cliente potrà avvenire anche nella fase post consumo, chiedendogli, nel caso sia soddisfatto del servizio e del prodotto, di postare sui canali social le foto della sua colazione/pranzo, avendo cura di taggare il vs locale.

Il successo ottenuto da questa tipologia di attività fa pensare, considerando una prossima fase caratterizzata ancora di paura e ristrettezze, ad un suo prolungamento e potenziamento anche nei prossimi mesi. Con la piena consapevolezza che non sarà la soluzione a tutti i problemi ma un buono spunto per ripartire e un’occasione per sperimentare nuove abilità, il servizio di consegna a domicilio coglierà le nuove esigenze del cliente e ne tutelerà la salute anche nelle consolidate abitudini quotidiane. 

Le soluzioni di Caffè Vergnano

Vuoi conoscere le soluzioni di Caffè Vergnano per un delivery di successo? Scrivi a design@caffevergnano.com

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *