Troppo freddo? Ecco come scaldarsi con un’ottima bevanda

Troppo freddo? Ecco come scaldarsi con un’ottima bevanda

Per quanto divertenti e spensierate, le giornate sulla neve, specie quelle trascorse sulle piste da sci, richiedono dei golosi momenti di pausa per scaldarsi e scoprire gustose bevande tipicamente invernali.

Quando si pensa alle vacanze invernali la mente restituisce subito l’immagine di piste innevate, famiglie che si divertono a sciare e baite affollate dove le persone si riuniscono davanti ad una bevanda fumante per riscaldarsi e condividere momenti di piacevole relax. Le bevande consumate in queste occasioni si rivolgono a tutti, adulti e bambini, perché mescolano ingredienti di uso comune, come il caffè o il cioccolato, a sapori e profumi inusuali come le spezie e i liquori aromatizzati.

Deliziosa e cremosa, la cioccolata calda è indubbiamente la regina di tutte le bevande invernali e rappresenta il break ideale per i più piccoli, specialmente se accompagnata da croccanti paste frolle e colorati prodotti di pasticceria. La cioccolata calda è una bevanda versatile, che lascia spazio a innumerevoli possibilità: oltre alla preparazione, che può avvenire in busta o sciogliendo direttamente una tavoletta di cioccolato, la cioccolata calda si declina in gusti diversi, dalla classica al latte fino ad arrivare a quella fondente e bianca.

I più golosi poi possono aggiungere sul fondo della tazza o sulla superficie della cioccolata stessa della granella di nocciole, noci e pistacchi e guarnire il tutto con della panna montata.

E per quanto riguarda gli adulti? Se per i bambini la cioccolata calda può essere proposta in numerose varianti, per gli adulti i cocktail alcolici invernali sono davvero infiniti. Ecco una lista di quelli più comuni:

-Irish Coffee;
-White Russian;
-Bombardino;
-Sidro caldo;
-Vin Brulé.
Nato nella città irlandese di Foynes, l’Irish Coffee è un caffè caldo zuccherato, corretto con whiskey irlandese e sormontato da un generoso strato di panna. Il caffè è anche l’ingrediente alla base dei cocktail White Russian e Bombardino: il White Russian è ottenuto mescolando liquore al caffè Kahlua, o in alternativa Borghetti, alla vodka, con l’aggiunta di panna in superficie. Variante del White Russian è il Black Russian, che richiede solo il liquore al caffè e la vodka e che generalmente viene servito con ghiaccio. Il Bombardino invece è una bevanda originaria di Livigno preparata con panna, crema zabajone, brandy e caffè; in alcune varianti del cocktail il brandy viene sostituito dal rum o dal whiskey.
Gli amanti dei sapori fruttati infine non possono fare a meno di assaggiare un sorso di sidro caldo o vin brulé: il sidro caldo viene preparato facendo scaldare il sidro con l’aggiunta di zucchero di canna, mele tagliate a cubetti e spezie come la cannella, l’anice stellato e i chiodi di garofano, mentre il vin brulé è realizzato con vino rosso caldo, zucchero, agrumi e spezie come la cannella, il cardamomo, i chiodi di garofano, lo zenzero grattugiato e la noce moscata.
Buon ristoro!

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *