giovedì 13 novembre 2014
TENDENZE

L’università dei baristi

La professione di barista sta cambiando, e oltre ai corsi di formazione esistono diplomi, come quello SCAE, necessari per lavorare all’estero. Perché la crescita va fatta in un’ottica internazionale

 

 

Una volta i mestieri si imparavano “a bottega”, con la gavetta e tanta pratica. Il mestiere dl barista per molti anni ha funzionato così, con tanta formazione sul campo e poco, o nessuno studio, sui banchi di scuola.

 

Oggi la situazione sta cambiando, le competenze richieste sono sempre più elevate e i clienti più esigenti. Non basta più improvvisarsi e avere voglia di fare, perché il caffè e la caffetteria è un settore complesso, che va conosciuto a partire dalla materia prima fino ad un po’ di chimica e fisica degli alimenti. Sono esattamente queste le basi che un primo corso deve dare ai novelli baristi.

 

Il nostro corso Barista Skills, al primo livello, fornisce un primo assaggio sulle competenze che deve acquisire il Barista. Si tratta di un corso per principianti, con poca o nessuna esperienza. Un’introduzione al mondo di caffè, tecniche di impostazione ed utilizzo del macinacaffè, manutenzione della macchina e i segreti per un servizio perfetto” spiega Damien Burgess, responsabile dell’Accademia Vergnano con più di 20 anni nel settore Bar, sia italiano che estero alle spalle. “Il settore sta cambiando, come già è avvenuto per i barman che si occupano di cocktail e che oggi, ad un certo livello, si definiscono mixologist”.

 

logo_scae_italia

Novità dell’ultimo anno i corsi dell’Accademia Vergnano danno la possibilità di sostenere l’esame per la certificazione SCAE (Speciality Coffee Association Europe). Oggi in Italia sono ancora pochi, come Damien, ad essere qualificati ma “Nell’ultimo anno ho avuto quattro italiani che volevano andare all’estero a lavorare, e lì è richiesto questo diploma, in Canada, Australia e Inghilterra… In Italia questo esame ancora non è richiesto, ma fa parte di un percorso di accrescimento personale e professionale che qualifica, apre le porte più importanti e dà un valore aggiunto nel mercato del lavoro”.

 

Acquisire un diploma SCAE è una bella sfida, che si può compiere a tappe. Per un Full Coffee Diploma, servono 100 crediti e il Foundation level, che non richiede precedente esperienza ne porta solo 5 – ma è già sufficiente per cominciare una carriera internazionale.