mercoledì 25 settembre 2013
TENDENZE

Coffee-time e Tea-time. L’orario più trendy sono diventate le 17?

Coffee timeUna tazza di tè o di caffè con una selezione di dolcetti e piccole tartine salate – in puro stile vintage. Nuovi-vecchi riti stanno sostituendo il momento caotico dell’ happy hour per un invito low-cost ma very chic!

 

Se a Barcellona c’è la movida e a Milano impazza l’happy hour, a Stoccolma alle 17 non si può perdere il rito della fika. Non ne hai mai sentito parlare? Male, perché proprio dai Paesi nordici e dall’Europa centrale sta arrivando un nuovo trend pomeridiano che coinvolge giovani e meno giovani. Decisamente molto meno rumoroso e caotico di un happy hour, meno sbalorditivo e stancante di una notte brava in discoteca, ma molto più dolce, e chic.

Vintage è chic, anche nei riti sociali
Si tratta di coffee-time e tea-time, ma non certo intesi come brevi pause nella routine della giornata. No, stiamo parlando di veri e propri rituali sociali, con una storia, un cerimoniale di regole da non trascurare e una tradizione alle spalle che li vuole fatti e apprezzati in un certo modo: dall’inglesissimo afternoon teaal rito della kaffee und kuchen, ecco tutto quello che devi sapere per smetterla di festeggiare facendo tintinnare il vetro dello spritz, e iniziare a copiare queste nuove tendenze dal sapore mitteleuropeo, più zuccheroso e morbido, come una fetta di torta.

Tea time, una pausa che dura da più di 400 anni
Il tea time, o afternoon tea, è un segno distintivo della Great Britain. La sua nascita risale al XVII secolo, quando il tè iniziò ad arrivare sui mercati dell’Impero Britannico e, a poco a poco, nelle tazze di nobiltà e borghesia. Gli inglesi cominciarono ad apprezzare questa esotica bevanda, ma secondo la leggenda fu una dama della regina Vittoria a creare il vero e proprio rito dell’afternoon tea, da servirsi alle cinque del pomeriggio con accompagnamenti dolci e salati.

Oggi, ligi alla tradizione, questo momento prevede oltre alla selezione di tè (preferiti quelli neri, dal sapore corposo e robusto) con l’aggiunta di latte, un assortimento di piccoli sandwiches e tartine imburrate a base di salmone e cetrioli oppure, per i più golosi, pasticcini mignon o scones (delle specie di panini dolci burrosi) da spalmare di marmellata – d’arancia ovviamente.

In Francia e in Italia è già moda e i tea-time-lover possono prenderlo nelle caffetterie e negli alberghi più lussuosi: qui il tea time va prenotato, perché per potere godere di un pomeriggio in puro stile british ci si deve mettere in coda.

 

coffeetimeCoffee and cigarettes? No, coffee and cakes!
Altrettanto cool all’estero, e assolutamente da importare, è il rito del caffè con dolci, più tipico delle aree germaniche o scandinave. Qui il caffè non si prende al bancone, in piedi, poco prima di rientrare in ufficio, ma si ordina in tazza grande, da bere seduti, al tavolino, accompagnandolo con una fetta di torta, un muffin, qualche cupcakes da servirsi in piattini di porcellana e con posateria d’argento, tra le chiacchere degli amici.

In Svezia, questo rito si chiama fika, in tedesco si dice kaffee und kuchen, ma si tratta sempre di un momento di convivialità dolce, da condividere e ricambiare. I dolci che più si prestano sono la kanelbulle, ( o cinnamom roll, un rotolo di pan di Spagna alla cannella) le Wienerbrod (palline al cioccolato tipo tartufi) o le torte morbide come la Kladdkaka, cremosa a base di cioccolato fondente, e la Morotskaka, di carote e noci: glassate, invitanti, immancabilmente accompagnate da una generosa dose di panna montata. Paese che vai, torta che trovi, in Danimarca il caffè si mangia con le danish pastries, girelle di sfoglia glassate, in Austria con una fetta di strudel, a Berlino puoi provare la tradizionale torta alle ciliegie Foresta Nera…

Come farlo all’italiana
Un caffè americano, un espresso, un latte macchiato: prova a fare il coffee-time a casa tua, invitando le amiche per trascorrere un pomeriggio di chiacchere e piccole dolcezze da gustare sedute sul divano del soggiorno. Per preparalo ti servono poche cose, ma di ottima qualità: del buon caffè, un bel servizio con un vassoio su cui appoggiare il tutto, latte caldo e freddo per chi vuole allungare la sua bevanda, una zuccheriera e qualche dolcetto da preparare la mattina, o al limite il giorno precedente. Qualche idea? Prova le cupcakes al cioccolato e caffè, o i muffins con glassa fondente, o, per un risultato ancora più chic delle piccole cheesecakes monoporzione. I tuoi ospiti sono indecisi tra tè e caffè? Potresti anche stupirli con un chai latte

Tra l’aroma del caffè fumante e un delizioso boccone di prelibatezze gourmand, le nostre patatine fritte dell’aperitivo ci sembrano già superate. Decisamente meglio tornare a casa prima la sera, ma solo dopo aver assaporato il piacere di un coffee-time.