Regione che vai, caffè che trovi

Regione che vai, caffè che trovi

Cosa c’è di più italiano del caffè?

Lungo, ristretto, espresso, preparato con la moka, dolce, amaro, con zucchero o senza, in vetro o in ceramica, con ghiaccio, shakerato. Da Nord a Sud sono tanti i modi che caratterizzano il caffè lungo lo stivale: pur restando un rito comune a tutti, questo ingrediente è capace di combinarsi con i molti sapori, accenti e tradizioni che si incontrano nel nostro Paese. Ecco la nostra selezione di drink speciali a base caffè, per un viaggio lungo la penisola in questa estate più che mai italiana.

BICERIN (Piemonte)

Erede della “bavareisa” di fine Settecento, il Bicerin è la bevanda tradizionale piemontese. Il nome richiama i piccoli bicchieri in cui questa bevanda, che combina la dolcezza della cioccolata calda alla forza dell’espresso unendoli ad una vellutata crema di latte, viene servita. Le dosi esatte per un bicerin perfetto? Non si conoscono, sono un segreto ben custodito nella città sabauda.

CAFFÈ PADOVANO (Veneto)

Amato da intellettuali, accademici e studenti dell’800, è noto anche come “Caffè Pedrocchi”, nome tratto dal locale che per primo l’ha servito.

Il caffè padovano abbina il caffè a crema di latte, menta e cacao amaro. Fresco e aromatico, è una bevanda particolarmente apprezzata nella bella e calda stagione.

MORETTA FANESE (Marche)

La Moretta Fanese è una ricetta di fine ‘800 che viene dal mare, indissolubilmente legata ai marinai che, infreddoliti dal lavoro in barca, avrebbero aggiunto del caffè al liquore avanzato.

Anice, rum e cognac in parti uguali vengono riscaldati e uniti, assieme alla scorza del limone, al caffè, per una bevanda stratificata, dal gusto estremamente dolce e rinvigorente.

CAFFÈ NOCCIOLA (Campania)

Nato negli anni ’90, contestualmente al periodo di grande ripresa culturale e sociale di Napoli, il caffè nocciola è uno dei caffè più amati, anche dai puristi della nera bevanda.

Facilmente preparabile anche a casa, combina il tradizionale caffè preparato con la moka o il classico espresso ad una deliziosa e gustosa crema di nocciola preparata con pasta di nocciola, panna montata e zucchero a velo. Una ricetta semplice, ma nata dalle sapienti mani degli esperti di caffetteria napoletana.

CAFFÈ LECCESE (Puglia)

Nato probabilmente in Spagna nel Seicento, il caffè con ghiaccio, è diventato per i pugliesi un appuntamento quotidiano che d’estate, complici le calde temperature, viene scelto ad ogni ora del giorno.

Nella versione leccese, la ricetta è arricchita dal latte di mandorla che viene scelto al posto dello zucchero per le sue proprietà dolcificanti ed è un must delle estati salentine.

CAFFÈ CALABRESE (Calabria)

Caffè e liquirizia, un abbinamento tanto insolito questo delizioso ed energico.

Dalla polvere della liquirizia, pianta tipica del Sud Italia e dalle molte proprietà benefiche, unita al caffè, al brandy o Cognac e ad un cucchiaino di zucchero, nasce il tipico caffè calabrese. Aromatico e gustoso, il caffè calabrese è un perfetto digestivo naturale.

CAFFÈ AMMANTECATO (Sicilia)

Tipica bevanda trapanese, il caffè ammantecato ha origini molto lontane e consiste nella preparazione di un caffè tradizionale con la moka utilizzando il latte di mandorla al posto dell’acqua. Spesso viene aggiunto anche un pezzetto di cannella.

Molto amato a colazione o a fine pasto, è una dolce coccola per accompagnare ogni pausa.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *