lunedì 17 novembre 2014
LIFESTYLE

Primo appuntamento per un caffè: come mi vesto?

Tempo fa sono stata contattata da una ragazza che mi chiedeva consigli su cosa indossare ad un primo appuntamento speciale, davanti ad una tazza di caffè.


Spesso decidere cosa indossare è come un rompicapo impossibile da risolvere. I vestiti sono lì, che ti fissano dall’armadio, e la combinazione giusta sembra non esistere. Il primo appuntamento, poi, è come la roulette rossa: rouge ou noir, ci teniamo a fare bella figura, non vogliamo certo che sia il primo e anche l’ultimo appuntamento.

In genere, i primi appuntamenti sono sempre uguali: in una caffetteria, davanti a un caffè bollente, a guardarsi negli occhi e a parlare del più e il meno.

Forse per alcuni sarà superfluo, ma la prima impressione che diamo all’altro è molto importante e non si possono commettere errori. L’abbigliamento è il nostro “biglietto da visita”: è ovvio dunque che, per un caffè alle 5 del pomeriggio, non ci presenteremo con tacco 15 e minigonna più mini che gonna. E’ certamente importante vestirsi in modo consono alla propria personalità, ma esagerare nell’intento di colpire l’altro potrebbe sortire l’effetto contrario.

Io dico NO, dunque, all’abbigliamento troppo sexy e provocante, se si vuole conquistare l’uomo che si ha di fronte. L’ideale, invece, è vestire in modo sobrio ma femminile, scegliendo abiti che risaltino il proprio corpo, senza eccessi: un abito svasato che arrivi poco sopra al ginocchio abbinato a degli stivaletti bassi, è perfetto.

Oppure, se preferite la comodità, dei jeans o pantaloni abbinati a una blusa morbida e a ballerine o tacchi si altezza media (io non andrei oltre i 10 centimetri, in ogni caso: ricordiamoci che si tratta di un caffè di pomeriggio, e non di una serata in discoteca):