mercoledì 21 agosto 2013
LIFESTYLE

Fenomenologia della granita siciliana

153434834(1)“Macchiata” o con la brioche è una tradizione – da provare. Ecco che cosa ordinare a Catania, Enna o Messina.

 

Bere e mangiare qualcosa di caldo quando il sole batte a picco e il caldo diventa sahariano è una cosa impossibile. Così da maggio a settembre in Sicilia le abitudini cambiano e nei bar il classico espresso e il cappuccino con la brioche lasciano il passo alla loro versione gelata.

 

La granita più famosa in Sicilia è la granita al limone, ma le tradizioni variano di paese a paese. Granita, più spessa e ghiacciata, o  gremolata o cremolata, a consistenza più fine ed omogenea – le due ricette si sovrappongono e confondono spesso.
Nel catanese si fa la granita di gelso, nel messinese quella di mandorle, a Bronte non si può non mangiare quella di pistacchio a Bronte. E la granita la caffè? Tipica del messinese,  perché più che altro è il caffè stesso che diventa gelato: “ Il caffè freddo lo serviamo a -11°, con granetti di ghiaccio, nel bicchiere di vetro”.  Deve restare granuloso e poi ci si aggiunge una cucchiaiata di panna. Oppure si usa per “macchiare” la granita al latte di mandorla – spiega Fabrizio, siciliano Doc, e gestore del Caffè Vergnano di Regalbuto, in provincia di Enna.

 

 

Alla mattina, appena svegli, si fa colazione con la granita – nella brioche ovviamente – e dopo pranzo il caffè lo si beve davvero gelato. La granita con la brioche si mangia ancora prima del primo espresso della giornata, ma nelle giornate più calde non è difficile che diventi un sostituto del pranzo, o persino della cena. La si serve a parte, o aperta a metà e farcita con granita o gelato. Per i più golosi con aggiunta di panna, montata al momento.  “Il miglior modo per mangiare la granita è sicuramente con la brioche. È una brioche apposita per il gelato, fatta con farina Manitoba, latte, uova, zucchero, e lunga lievitazione. Rotonda, dorata e lucente è quella con la classica pallina sulla cima. Una delle migliori, anzi la migliore non se ne abbiano a male i miei concittadini, è quella catanese, ma anche a Regalbuto ne abbiamo una ottima”.

 

Granita alla mandorla "macchiata" al caffè #Instagram #Coffee

Granita alla mandorla “macchiata” al caffè #Instagram #Coffee

LA RICETTA

Fare del caffè, espresso o con la moka, versarlo in una bacinella ampia e bassa e zuccherarlo a piacere. Lasciare raffreddare il caffè a temperatura ambiente. Infilare la bacinella nel freezer e dopo un’oretta, tirarla fuori, mescolare con una forchetta e rimettere in freezer. Basta fare questa operazione ad intervalli regolari –bastano un paio d’ore per fare la granita se si parte da una moka da 3 ad esempio, serve più tempo a seconda della quantità di caffè.