lunedì 20 giugno 2016
LIFESTYLE

È arrivata l’estate: diamole il benvenuto con qualcosa di fresco

Il 2016 si sta rivelando uno degli anni più caldi di sempre e l’estate si annuncia rovente, ma niente paura: ci sono tante bevande rinfrescanti con cui placare i bollenti spiriti a piccoli sorsi.

 

Caffè freddo

Caffè freddo

In ufficio, sotto l’ombrellone o nelle calde sere d’estate, cosa c’è di più gradevole di una bella bevanda fresca da sorseggiare lentamente? Piacevoli al palato e capaci di far dimenticare anche solo per un attimo le temperature più opprimenti, le bevande rinfrescanti sono le grandi protagoniste della stagione calda. Tra grandi classici e nuovi trends, cocktail alcolici e ricette analcoliche, siamo andati alla ricerca delle proposte migliori per spegnere il fuoco dell’estate 2016.

 

Incominciamo dalle bevande analcoliche, perfette per quando bisogna mantenere la concentrazione o per chi preferisce non assumere alcol, specialmente quando il termometro tocca temperature tropicali. Più leggeri di un frappé, più densi di un frullato, gli smoothies vivono un momento di gloria e sono un modo sano e gustoso per fare il pieno di vitamine e minerali, a patto di privilegiare la frutta di stagione: chi ha provato gusti come fragola, pesca, frutti di bosco o melone, spesso non riesce più a farne a meno. Sarà merito della consistenza vellutata o del sapore fresco ma non ghiacciato?

 

Un evergreen decisamente “Italian style” è il caffè freddo. Un modo semplice per gustarlo anche a casa consiste nel versare il caffè bollente, piuttosto ristretto e zuccherato a piacere, in un bicchiere colmo di ghiaccio; altrimenti, c’è la variante shakerata, da concedersi al bar in ogni momento della giornata. Per chi al mattino gradisce qualche coccola in più, il consiglio è di optare per una densa granita siciliana al caffè o, per i più golosi, alla mandorla, accompagnata dalla classica “brioscia col tuppo”.

 

Sul fronte degli alcolici, il 2016 vede protagonista la famiglia dei Vermouth, come l’intramontabile Martini, da gustare in purezza o in cocktail che hanno il pregio di coniugare una forte personalità ad una gradazione alcolica contenuta, in modo da non avvampare sotto il sole d’agosto. Pare siano destinati a vivere una seconda giovinezza anche il caraibico Daiquiri, in versione classica o fruttata, e il freschissimo Piña Colada. Ritorno di fiamma anche per i cocktail anni Settanta, che furoreggiarono in piena era Disco. I migliori per l’estate sono

 

il Cuba Libre, un tripudio di freschezza semplicissimo da realizzare anche a casa, per sé e per gli ospiti;

l’Harvey Wallbanger, in cui il succo d’arancia incontra la vodka insieme a tanto ghiaccio;

il Tequila Sunrise, dove il colore infuocato nasconde una miscela fresca e fruttata.

 

 

Abbiamo accennato poc’anzi al caffè shakerato: basta aggiungere poche gocce di un liquore all’amaretto, all’anice o alla crema di latte per trasformarlo in un cocktail estivo morbido, risvegliante e a prova di caldo infernale.