lunedì 8 agosto 2016
LIFESTYLE

10 agosto: International Lazy Day. Ma pigrizia e ozio hanno i loro vantaggi

L’International Lazy Day, la Giornata Internazionale della Pigrizia, è un insolito appuntamento indetto per celebrare la bellezza e il diritto all’ozio e alla pigrizia. Si festeggerà il 10 agosto. Come unirsi alla festa e godersi una giornata di riposo? Vediamolo insieme.

10 agosto: lazy day

10 agosto: lazy day

Se siete curiosi di sapere chi abbia inventato l’appuntamento con l’International Lazy Day, purtroppo non troverete risposta perché gli ideatori della ricorrenza sono ignoti; tuttavia, hanno indubbiamente avuto un’idea vincente, che è subito stata accolta con entusiasmo a livello globale. D’altra parte, in un mondo che va di fretta e nel quale lo stress ci accompagna ogni giorno, quale occasione migliore di questa per rivendicare il diritto al dolce far niente?

 

Quanti sognano di ritagliarsi una giornata tutta dedicata all’ozio? Ecco quelli che potrebbero essere i 5 obiettivi di un Lazy Day in grande stile:

-dormire fino a tardi
-sorseggiare a letto il primo caffè del mattino
-dedicarsi un lunghissimo bagno profumato invece della solita doccia veloce
-fare una sana siesta pomeridiana
-passare la serata sul divano guardando la propria serie tv preferita.
Una giornata, insomma, senza nessun dovere, nessun appuntamento e nessun impegno. Ecco, il 10 agosto potrebbe essere celebrato proprio così.

 

Anche se la nostra cultura ci ha sempre ricordato che l’ozio è il padre dei vizi, bisogna ricordare che l’eccezione conferma la regola e che, a piccole dosi, l’ozio ci rigenera e può essere la culla delle nostre idee migliori. Prendersi un po’di tempo da dedicare completamente a se stessi senza sentirsi colpevoli è il modo ottimale per liberarsi dello stress accumulato al lavoro e tornare alla vita quotidiana più rilassati e accomodanti di fronte ai piccoli intoppi che possono riempire la nostra giornata. Più felici e quindi genitori, figli e compagni migliori.

 

Il tempo dell’ozio, poi, è anche il tempo del pensiero, il tempo in cui la mente è libera di vagare e di riflettere. È il tempo in cui possiamo prepararci la nostra tazzina o mug di caffè e sorseggiarla dedicandoci al nostro libro preferito con un’attitudine pigra: è il tempo, insomma, in cui possiamo lasciare che la nostra mente vaghi libera da una frase stampata ai nostri ricordi e le nostre fantasie. E proprio le fantasie devono essere le nostre migliori compagne nei momenti di ozio. Quante invenzioni non sarebbero mai venute alla luce se non fossero state ideate in momenti di ozio? Quante melodie non sarebbero mai arrivate alle nostre orecchie e quante storie non ci sarebbero mai state raccontate? Quante poesie non avrebbero mai accarezzato le corde del nostro cuore?

 

Non solo gli adulti, però, hanno diritto all’ozio e alla pigrizia. Anche i bambini devono poterne godere liberamente. Quante volte, infatti, si tende a riempire la giornata dei più piccoli di mille impegni anche d’estate, tanto da non lasciare loro un solo pomeriggio libero? Facciamo in modo che anche i bambini si possano unire alla celebrazione dell’International Lazy Day, lasciando la loro giornata completamente libera da ogni programma: saranno finalmente liberi di inventare il loro tempo e anche di annoiarsi!