DPCM dal 6/11/2020: TUTTE LE REGOLE E I DIVIETI per le attività di ristorazione

DPCM dal 6/11/2020: TUTTE LE REGOLE E I DIVIETI per le attività di ristorazione

Entrano oggi in vigore le regole e i divieti del Dpcm che entra in vigore oggi, 6 novembre 2020, con validità fino al 3 dicembre.

Le regioni restano nelle zone indicate per minimo 2 settimane, poi vengono ridefinite le assegnazioni che possono essere confermate o meno per le 2 settimane successive.

In tutta Italia – coprifuoco dalle 22 alle 5, salvo per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

DPCM dal 6/11/2020: TUTTE LE REGOLE E I DIVIETI per le attività di ristorazione

ZONA ROSSA

LOMBARDIA, PIEMONTE, CALABRIA, VAL D’AOSTA.

Attività di ristorazione: CHIUSE

Aree servizio, negozi alimenti e bevande nelle aree di servizio lungo le autostrade, negli ospedale e negli aeroporti: APERTE

Mense e attività di catering continuativo: APERTI

Servizio Asporto: CONCESSO FINO ALLE 22, ma divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze.

Consegne a domicilio: CONCESSE, SENZA LIMITI DI ORARIO

Centri commerciali: CHIUSI (tranne i negozi di generi alimentari e le altre attività essenziali presenti all’interno: edicole, farmacie, parafarmacie, tabacchi).

Negozi al dettaglio: CHIUSI (tranne alimentari, farmacie, parafarmacie, edicole, parrucchieri e barbieri).

ZONA ARANCIONE

PUGLIA, SICILIA

Attività di ristorazione: CHIUSE

Mense e attività di catering continuativo: APERTI

Servizio Asporto: CONCESSO FINO ALLE 22, ma divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze.

Consegne a domicilio: CONCESSE, SENZA LIMITI DI ORARIO

Centri commerciali: APERTI, ma chiudono nei festivi e nei prefestivi (tranne i negozi di generi alimentari e le altre attività essenziali presenti all’interno: edicole, farmacie, parafarmacie, tabacchi).

ZONA GIALLA

Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Friuli Venezia Giulia, oltre alle province autonome di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto.“

Attività di ristorazione: APERTE DALLE 5 ALLE 18

Aperte anche la domenica a pranzo.

Resta la regola del massimo 4 persone per tavolo

Servizio Asporto: CONCESSO FINO ALLE 22, ma divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze.

Consegne a domicilio: CONCESSE, SENZA LIMITI DI ORARIO

Centri commerciali: APERTI, ma chiudono nei festivi e nei prefestivi (tranne i negozi di generi alimentari e le altre attività essenziali presenti all’interno: edicole, farmacie, parafarmacie, tabacchi).

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *