Come preparare la Bavarese al caffè

Come preparare la Bavarese al caffè

Dalle creme alle torte fredde, sono tantissimi i dessert che possiamo realizzare sfruttando l’aroma del caffè. Uno di questi è la Bavarese, preparazione fresca e morbida che, grazie alle note di questa bevanda, acquisisce un sapore più intenso e deciso. Se volete concludere un pranzo o una cena in bellezza, oppure godervi una golosa pausa pomeridiana, in questo articolo vi spiegheremo passo per passo come preparare una deliziosa Bavarese al caffè.

Bavarese al caffè: la ricetta

La Bavarese è un “grande classico” della pasticceria e la sua ricetta prevede una base di crema inglese – che si differenzia da quella pasticcera in quanto non contiene farina – panna e gelatina in fogli. Dalla consistenza delicata, simile a quella di un budino, questa preparazione può essere arricchita con vari ingredienti e aromi come frutta candita, frutta fresca, cioccolato, marmellata oppure – perché no – caffè. Ecco allora come realizzare una Bavarese con questa bevanda per un dessert fresco ed energizzante.

Ingredienti per 4 persone

  • 150 g di panna fresca
  • 150 g di Caffè Vergnano
  • 30 g di tuorli
  • 125 g di latte intero
  • 5 g di gelatina
  • 75 g di zucchero

Procedimento

  1. Per prima cosa, mettete la gelatina nell’acqua fredda in modo che si ammorbidisca.
  2. Successivamente, dopo aver portato a ebollizione il latte e il caffè in un pentolino, in un altro contenitore amalgamate lo zucchero e i tuorli con un frusta.
  3. Quando il composto di tuorli e zucchero avrà raggiunto un colore biancastro, potete aggiungervi la miscela di latte e caffè, unendo per bene tutti gli ingredienti con l’aiuto di un cucchiaio.
  4. A questo punto, versate il preparato in un pentolino e cuocetelo a fuoco molto basso, senza mai smettere di mescolare; raggiunti gli 82°- 83° C, togliete la crema dal fuoco (in alternativa, per verificare il grado di cottura, potete soffiare sul cucchiaio velato di crema: se si forma un’increspatura simile a dei petali di rosa, significa che la crema è pronta). 
  5. Tolta la crema dal fuoco, potete sciogliere al suo interno la gelatina (ricordate di strizzarla sempre un po’ dopo averla prelevata dall’acqua); completato anche questo passaggio, coprite la crema con pellicola e lasciatela raffreddare, in modo che raggiunga temperatura ambiente. 
  6. Successivamente, montate la panna e aggiungetela alla crema amalgamando il tutto con movimenti dal basso verso l’alto. 
  7. Ora non vi resta che bagnare gli stampi con un po’ d’acqua fredda e versare al loro interno il composto, lasciando riposare in frigo per circa 8 ore. Prima di servire, rovesciate gli stampi su dei piatti e decorate a piacere. 

Bavarese o mousse: qual è la differenza?

Una domanda che spesso ci si pone è quale sia la differenza tra bavarese e mousse. Entrambe le preparazioni, infatti, possono essere usate come dolci a sé stanti oppure per realizzare golose farciture e, nonostante appaiano simili a prima vista, presentano alcune differenze: la bavarese, in particolare, ha una consistenza più compatta rispetto alla mousse che, oltre alla panna, prevede una base di meringa italiana oppure di pâte à bombe e si presenta più leggera e areata (anche alla mousse, comunque, può essere aggiunta della gelatina, ingrediente che naturalmente inciderà sulla struttura della preparazione). 

Le origini della Bavarese

La crema bavarese, a dispetto del nome, sembrerebbe avere origini francesi. In principio, in realtà, si trattava di una bevanda tedesca a base di latte, tè e liquore che pare essere stata importata nei primi del Settecento dai cuochi francesi che lavoravano al servizio dei Wittelsbach, i regnanti di Baviera; solo un secolo dopo, in Francia, si sarebbe diffuso il dolce che oggi conosciamo, come derivazione di questo drink. 

Inoltre, sebbene in Italia sia più frequente parlare della bavarese al femminile, sapete che la forma più corretta è quella al maschile? Il riferimento, infatti, è il termine francese le bavarois che, appunto, è di genere maschile.

Oltre a ricette dolci come la bavarese, il caffè si presta anche ad altre deliziose preparazioni fredde: perché allora non rinfrescare le vostre giornate con un caffè shakerato, ad esempio, o gustosi caffè estivi?

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *