Come organizzare un aperitivo perfetto al bar

Come organizzare un aperitivo perfetto al bar

Dal caffè all’apericena, il bar come punto di ritrovo per habitué e avventori. Drink al tramonto e stuzzichini in compagnia oggi scalzano le partite a carte dei nonni e l’espresso in vetro. Il bar cambia veste diventando il tempio dell’aperitivo.

Per una buona riuscita dell’happy hour occhio alla gastronomia

Locali e caffè puntano sulla formula aperitivo per consolidare la propria clientela giovane e reclutare nuovi frequentatori. Il segreto è nel buffet: la regola è che sia abbondante e proponga un menù variegato, visto che in molti amano sostituire il pasto serale con un aperitivo ricco e goloso, soprattutto durante il weekend.
Pochi piatti della tradizione e spazio al nuovo! Siamo nel regno delle tapas e la fantasia dello chef in cucina ha di che sbizzarrirsi. Piatti freddi, cestini di pizze, schiacciate e focacce appena sfornate, ma soprattutto, oltre alle recenti proposte di insalate di cereali, semi e legumi, occorre lavorare di creatività. Giusto qualche suggerimento:

  • zuppe e cous cous fantasia
  • pinzimonio e crudité assortite con salse fredde
  • vassoi di frittini vegetali
  • hummus e tzatziki
  • bocconcini di verdure al gratin
  • selezioni di affettati e formaggi da accompagnare con miele e composte
  • golosità e pizza con nutella.

In alto i calici

E se un barman professionale esperto, meglio ancora se acrobatico, ravviva la scena con le sue performance, oltre che deliziare il palato con cocktail elaborati e drink in versione alcolica e non, il vero pezzo forte sono le bollicine, i vini e un assortimento di birre di fattura artigianale. Punta su piccole case vinicole, etichette che lavorano uve provenienti da colture biologiche o che utilizzano procedimenti biodinamici, particolarmente apprezzati da chi non si ferma alla semplice degustazione, ma ne condivide la filosofia che c’è dietro. Per le tue pinte invece seleziona birrifici artigianali, italiani ed esteri. C’è solo l’imbarazzo della scelta, tenendo conto ovviamente del budget che hai stanziato per questo acquisto.

Organizzazione e allestimento

Nessun tripudio di prelibatezze né caraffe a volontà riescono a sedurre il cliente se l’organizzazione difetta o la presentazione del buffet non fa la sua parte. Disponi strategicamente vassoi e pietanze su un unico bancone lungo o su diversi tavoli, ricordando di mettere a disposizione le stesse portate in punti differenti del buffet, così da permettere a tutti di servirsi senza dover sgomitare tra la calca. Presta particolare attenzione al momento in cui un piatto termina e provvedi tempestivamente a rifornirlo o, altrimenti, sostituiscilo con un’altra portata appena uscita dalle cucine. Infine, ultimo dettaglio, un aperitivo goloso è quello che offre il meglio, in abbondanza e a un costo invitante. Affidati quindi alla formula vincente buffet+consumazione, proponendo magari anche un piccolo sconto sul secondo calice. Rientrerai appieno nei costi e … il guadagno? Oltre alle entrate di cassa, sicuramente una clientela soddisfatta, pronta a tornare e a passare parola!

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *