Innovazione, recupero, sostenibilità: idee per un bar eco green

shutterstock_483160153 min 1200x480

Chi si appresta ad aprire un bar o a rinnovare un vecchio locale, oggi può farlo percorrendo una via imprenditoriale in linea con il rispetto dell’ambiente e dell’ecologia. Proprio così, si può compiere una scelta ecosostenibile anche nell’allestire una caffetteria: bastano un progetto ben definito, alcuni accorgimenti e il tuo bar green può aprire i battenti. Come per un buon caffè, anche qui il segreto sta tutto nella miscela: risparmio energetico, gestione dei rifiuti, arredi, gastronomia e prodotti.

Nuovo look e scelte di arredamento nel solco del recupero

Il primo passo è optare per un’energia pulita, conveniente in termini di costo e a basso impatto ambientale. Ecco quindi che i pannelli solari si rivelano una valida alternativa per alimentare l’impianto elettrico del tuo locale. Anche sull’arredamento è possibile risparmiare senza rinunciare a gusto e personalità. Oggetti industriali e materiali di riciclo, un bancone usato riadattato danno un tocco vintage agli spazi rendendoli originali con stile. Fai la scelta ecologica di ridare vita a pezzi di scarto, opta per soluzioni architettoniche ecosostenibili con riduzione dei consumi energetici.

Un caffè green tra miscele bio e materiali compostabili

Se l’anima di un bar si può racchiudere tutta in una tazzina di caffè, va prestata massima attenzione alla selezione delle miscele. Utilizza quelle provenienti dal mercato equo e solidale, con il risultato di coniugare scelta di gusto, rispetto dei produttori locali del sud del mondo ed etica del lavoro. È quanto ha fatto ad esempio lo storico marchio Vergnano nella proposta della sua miscela Terre Alte che, oltre a presentare un’arabica pregiata e dagli aromi speziati, è il frutto del lavoro di detenuti in un percorso di reinserimento sociale. Sempre sulla via della sostenibilità, prediligi materiali biodegradabili: kit di bicchieri e stoviglie compostabili, palette di legno e tovaglioli in carta riciclata. Questo perché una componente fondamentale del tuo progetto green non può che essere una raccolta differenziata metodica e ben organizzata.

Solo prodotti sostenibili a disegnare un menù green

Infine attenzione a tutto quello che va a comporre i piatti della tua proposta gastronomica. Quindi tracciabilità, prodotti biologici e a chilometro zero sono d’obbligo: dal pane ai succhi, da frutta e verdura a tutti gli alimenti in menù, rigorosamente provenienti da filiera controllata. Un ultimo dettaglio: se vuoi catturare definitivamente l’attenzione di una clientela sempre più sensibile alla tutela ambientale, rinuncia al classico menù di carta o plastica e completa l’arredo del tuo locale con una lavagna per le proposte del giorno. Quindi, per dare vita al tuo bar ecosostenibile hai solo l’imbarazzo della scelta. Se hai bisogno di suggerimenti in più, dai un’occhiata a qualche modello di caffetteria riuscito e vincente all’interno del progetto Vergnano.